27.8.2020 -equilibrio

 


Trovare il proprio equilibrio... dirlo è semplice, trovarlo molto meno.

Una persona in salute è una persona in equilibrio, sia a livello fisico che emotivo. 

Ci sono infinite strade da percorrere per poterlo trovare, penso sia fondamentale imparare a conoscersi, ascoltarsi, accettarsi per capire quale sia il modo migliore per noi stessi, poiché non esistono ricette.

Il mio equilibrio...

Per chi non pratica attività fisica è difficile da capire, io mi ricarico e rigenero sia a livello fisico che mentale quando faccio fatica. Durante una lunga salita in bicicletta, mentre il sudore scende dalla fronte, la mia mente si svuota; nello stesso tempo in cui spingo sui pedali e le gambe bruciano, una parte del mio corpo si ricarica.

Ad ogni stagione il mio corpo ha esigenze diverse, quattro volte all'anno devo fare un piccolo reset. A volte mi ricordo le strategie dell'anno precedente, altre volte oltre alle stagioni cambiano gli anni e i bisogni cambiano nuovamente. Trovare il proprio equilibrio non è una cosa statica.

Adoro tutte le stagioni, ma l'estate mi mette sempre a dura prova. L'apparenza inganna,  non sopporto per niente il caldo, il mio corpo regge a fatica le alte temperature. Devo adattare le attività che tanto mi piacciono a ciò che il corpo mi suggerisce, ed è a questo punto che spesso tendo a perdere l'equilibrio. Ho dovuto imparare a cambiare i miei ritmi durante le giornate estive, ho dovuto accettare che il mio fisico non è molto prestante in questo periodo dell'anno, e ascolto quello che mi succerisce. Mi ricarico con giri in bicicletta dove il cuore non batte troppo forte, mi siedo al bordo di un fiume o ai piedi di una cascata, l'acqua che scorre ha un potere incredibile di calmarmi e rinfresco nel contempo corpo e mente. In mezzo alla natura, vicino all'acqua mi fermo, pratico meditazione ed esercizi di respirazione, mi ricarico, mi rigenero, trovo il mio equilibrio.


Fotografie: Engadina, Agosto 2020

 
 
 
 
Chiama